ippaso

La (non) monotonia dei referendum

In berlusconi, Matematica, Politica on giugno 9, 2009 at 8:58 pm

Fra meno di due settimane (21 – 22 giugno) andremo alle urne per crocettare tre schede referendarie.
Lasciamo perdere il contenuto del referendum e concentriamoci sulla spinosa questione quorum.
Sapete bene che il referendum è valido se e solo se il 50% + 1 degli aventi diritto al voto si reca alle urne, o almeno questo è quello che so io. Inoltre il referendum passa se il 50% +1 dei votanti ha votato sì.
Supponiamo per comodità che in italia 100 persone abbiano diritto al voto. Il numero minimo di che faccia passare un referendum è di (100*50%+1)*50%+1 = 27 elettori (sempre prendendo per buona la regola che ci insegnano).

In Italia non raggiungiamo il quorum dal 1995.

Quella volta, ad esempio, passò una norma sull’abrogazione del soggiorno cautelare per i mafiosi con il 57,2% di votanti, di cui il 63,7% favorevoli. Nella nostra popolazione di 100 persone quindi 36,4 votarono .

Solo una volta dopo il ’95 ci siamo riavvicinati al quorum e fu nel 1999 quando il 49,7% degli elettori si recò alle urne per decidere se abolire o no la quota proporzionale, diciamo il premio, e il 97,5% disse di . Il quorum non fu raggiunto e il referendum fu bocciato. Nella nostra italietta di 100 persone quindi 48,5 votarono , ben 12 in più di 4 anni prima e più di 20 in più rispetto il minimo possibile.

Ciò dimostra che le regole referendarie non prevedono la monotonia (crescente), che invece dovrebbe essere la base di ogni sistema democratico.
La monotonia, mi limito alla definizione logica, è una proprietà dei sistemi logici per la quale estendendo ipotesi di una derivazione (un’affermazione che si dimostra vera a partire dall’insieme delle ipotesi più gli assiomi) quest’ultima resta valida.

Per quanto riguarda il referendum del 1995 quasi 5 delle 100 persone dell’italietta non furono messe in condizione di poter votare (era la prima volta per gli italiani all’estero, ma le schede non arrivarono mai…), quindi potenzialmente quel 48,5 poteva essere un 53,5.
La maggioranza non sempre vince.

Detto questo, buon voto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: