ippaso

Giochiamo ad-aggio

In Uncategorized on luglio 29, 2009 at 2:52 pm

Ragioniamo un attimo sulle quote offerte dalle vincite nei giochi d’azzardo più o meno legalizzati.

Iniziamo da un piccolo esempio: Testa o croce. Giochiamo con una moneta non truccata. Ovviamente la probabilità di vincita è pari a 1/2, dunque la “quota” in caso di vittoria dovrebbe essere 2. Cioè se scommetto un euro e vinco me ne danno due, se ne scommetto 3 me ne danno 6…

In sostanza la quota coincide con il reciproco della probabilità. Se la probabilità è di 1/6 (gioco dei dadi) la quota è 6.

Con lo stesso principio si possono stabilire le quote di qualunque gioco. Un esempio interessante è costituito dalle quote SNAI. Supponiamo che i bookmaker facciano per la partita Juventus-Nocerina la seguente valutazione delle probabilità:

Vittoria Juventus: 80%, Pareggio: 15%, Vittoria Nocerina: 5%.

Le quote SNAI oneste dovrebbero essere rispettivamente 1,25 (100/80), 6,67 (100/15), 20 (100/5). Cioè se punto un euro sulla Nocerina e questa vince, dovrei ottenere 20 euro. Ma non succede così! Nessun gioco legale in Italia è un gioco onesto!

Infatti le quote sono ribassate da una cosa simpatica che si chiama Aggio. L’aggio non è altro che (circa) la percentuale che determina la vittoria fissa del bookmaker (e delle ricevitorie). Alla SNAI l’aggio è circa del 9%. Ora ricalcoliamo insieme le quote tenendo in considerazione questa percentuale.

Dobbiamo ricalcolare le percentuali di vittoria valutandole su 109 anzichè su 100, allora diventano:

Vittoria Juventus: 87,2% (80% * 1,09), Pareggio: 16,35%, Vittoria Nocerina: 5,45%. Le quote diventano a questo punto (salvo approssimazioni):

1,15 (anzichè l’1,25 onesto), 6,12 (anzichè 6,67), 18,35 (anzichè 20).

In sostanza alla lunga ci si perde.

L’aggio esiste un po’ ovunque, ma spesso è nascosto. Pensate alla roulette francese. In apparenza non ha aggio: se punto un euro (che morto di fame!) sul rosso e vinco me ne danno due, così come se punto un euro sul pari. L’aggio si ha grazie allo zero, che quando esce fa vincere il banco. Insomma ci sono 36 numeri più lo 0, dunque il banco prende tutto una volta su 37, pari al 2,7% del totale. Ed eccovi servito l’aggio.

Questa è la tabella con i principali aggi:

Gioco Aggio
Roulette francese 2,7%
SNAI 9%?
Ambo (Lotto) 37,6%
Totocalcio 62% c.a.
Superenalotto 62% c.a.
Terno (Lotto) 63,8%
Quaterna (Lotto) 74,3%
Cinquina (Lotto) 97,7%

Altre interessanti valutazioni ci sono nei giochi con bookmaker. A questi infatti non interessa dare una precisa valutazione della probabilità, quanto assicurare un massimo ritorno economico. Per esempio nelle partite dei Mondiali di Calcio i bookmaker italiani sanno che in Italia si scommette principalmente a favore dell’Italia. Allora spostano leggermente la probabilità di vittoria da loro stimata a favore dell’Italia. Allo stesso modo i bookmaker spagnoli abbassano le quote per la Spagna… e così via (tradotto: se dovete scommettere non scommettete mai a casa vostra!).

  1. […] Giochiamo ad-aggio – L’aggio, ovvero la quota per il vincitore (il banco). […]

  2. è divertente pensare che in italia l’unico gioco ad aggio 0 è illegale!
    quale è l’unico gioco ad aggio zero? il gioco delle 3 coppette che certi abili truffatori fanno per esempio a venezia.

    perchè ad aggio zero?
    easy: segui attentamente dove *dovrebbe* stare la pallina. Chiunque riesce a vedere quello che l’abile truffatore *vuole* che tu veda. Il gioco funziona proprio per questo.

    Ma qui entra in gioco l’abile matematico. L’abile matematico si rende conto che la probabilità che la palletta sia sotto la tazzina in cui l’hai vista andare è zero.
    E la probabilità che sia in una delle altre due (sapendo che in quella è zero) diventa esattamente del 50%.
    La posta e 2:1

    insomma… aggio zero.
    aggio zero……. gioco illegale!
    (meditate gente… meditate)

  3. Nel mio recente passato mi sono molto interessato al mitico gioco delle tre carte (ma forse, dalle tue ultime parole deduco che tu lo sai bene, o mi sbaglio? mi capita spesso di sbagliarmi!)
    Comunque ti dico che ti sbagli caro sky, l’aggio esiste eccome nel gioco delle tre campanelle, consiste nelle mazzate che ti danno se ti sbagli a vincere quando non devi!

  4. veramente se fai 90!/6! ti dà: 2,063 e+135

    il calcolo non sarebbe: 90! / ((90-6)! * 6!) o sbaglio?!?

    inoltre il conteggio sulla misurazione della onestà del montepremi è molto complesso, poichè è complesso calcolare quanta cifra entra nel jackpot del 6 (ove confluisce, se non vinto, anche metà del jackpot del 5+1).

    In compenso se giocare tutte le colonne possibili costa 311 milioni di euro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: